Al cinema “The Dinner” il thriller psicologico con Richard Gere

Antonella Cabras –

Un cast magistrale alle prese con una storia molto profonda tratta dall’omonimo best-seller, dal 18 maggio al cinema

THE DINNER posterCONDATA

Tratto dal best-seller “La cena” di Herman Koch, The Dinner di Oren Moverman è una bomba ad orologeria, perfettamente congegnata, che distruggerà per sempre, nel tempo che va dall’antipasto al dessert, la vita di ognuno dei protagonisti.

Stan Lohman, membro del Congresso in corsa per la carica di governatore, accompagnato dalla giovane moglie Katelyn invita a cena in uno dei ristoranti più esclusivi della città suo fratello minore Paul e la moglie Claire. Quella che sembra essere una normale riunione familiare, si rivela essere, invece, l’occasione per discutere di un terribile omicidio commesso dai rispettivi figli e ancora impunito.

Impossibile non fare un confronto con Carnage di Polanski, ma il film di Moverman distribuito in Italia da Videa prende una piega inaspettata che lo fa allontanare dalla celebre pellicola del regista polacco.

Innanzitutto, alla base della vicenda c’è una delle tematiche più antiche e rivisitate al mondo, ossia la rivalità tra due fratelli: ci sono Stan, membro del Congresso in corsa per la carica di governatore e Paul, il fratello minore.

4280
In aggiunta, c’è un terribile fatto compiuto dai figli di questi due fratelli e l’importante domanda da parte dei genitori: proteggere i ragazzi o ricercare la verità, anche se ciò dovesse significare la perdita dei loro figli?

9230

Stan è interpretato da Richard Gere ed è il tipico politico navigato che si nasconde dietro una falsa cortesia,  mentre Paul, interpretato da Steve Coogan, cela la sua inquietudine e la sua fragilità dietro un sarcasmo aggressivo. In aggiunta ai due fratelli ci sono le rispettive mogli: Claire (Laura Linney), moglie di Paul, è una donna che vuole avere il controllo su tutto e Katelyn (Rebecca Hall), la giovane moglie di Stan, vuole dare l’impressione di essere sempre efficiente, la perfetta moglie di un politico.

790

Lo spunto viene offerto dalla lunghissima cena alla quale partecipano i quattro protagonisti. “Il cibo è un elemento di assurdità ed è proprio questo il punto“, dice Moverman. “Mentre la vita di queste persone sta andando in pezzi, viene loro offerto pane di segale. Le portate sono in realtà gli step narrativi della storia”.

860

Lo spettatore viene guidato in un percorso di nevrosi, confronti, questioni morali e forse alla fine avrà l’amaro in bocca, ma questa pellicola mette al centro vicende di attualità e domande esistenziali che tutti prima o poi affrontiamo.

Comments

comments