Da Battiato agli artisti berlinesi a Torino con Club To Club

Giulia Porzionato –

Club To Club dal 5 al 9 novembre, per una settimana all’insegna del connubio arte e musica a Torino 

IMG_0669Parte oggi a Torino, dopo le preview di Milano, Londra e Siena, Alfa MiTo Club To Club , festival internazionale che, attraverso il connubio di arte e musica, vuole raccontare le tendenze contemporanee in auge. Giunto alla sua quattordicesima edizione, è considerato uno degli eventi di musica elettronica più importanti a livello continentale e si svolge nel contesto della Contemporary Art Week, settimana completamente dedicata al mondo delle arti, per un totale di 5 giorni.
La rivista online di musica elettronica Resident Advisor ha inoltre insignito l’evento del titolo di miglior festival della stagione a livello mondiale, per il sesto anno consecutivo e di evento più importante della shortlist dei dieci top festival autunnali.
Il tema di questa edizione è The Trojan Horse, il Cavallo di Troia, dal sapore mitologico ma allo stesso tempo contemporaneo, vuole rimarcare la volontà della manifestazione, di influenzare, grazie al suo mix di act imperdibili e location uniche, un pubblico sempre più vasto, indirizzandolo verso un’immagine avant-pop.
Il festival quest’anno sarà veramente un’occasione unica per tutti gli appassionati, con ben 17 esclusive nazionali, 10 prime italiane e una premiere assoluta per un totale di più di 50 artisti provenienti da 12 paesi diversi.

Franco Battiato  foto Giovanni Canitano
Franco Battiato
foto Giovanni Canitano

Innanzitutto, è bene ricordare che C2C non sarà un evento di sola musica. Possiamo infatti suddividerlo in due parti: quella puramente musicale con le sue performance live, e quella composta da tre ambiziosi progetti speciali che caratterizzeranno l’edizione 2014.
Per quanto riguarda la musica, si inizia con un nome storico dell’ambiente: Franco Battiato, che il 7 novembre si esibirà nella prima di due serate al Lingotto per una tappa eccezionale del suo ultimo tour di presentazione del progetto Joe Patti’s Experimental Group. Battiato si esibirà con Pino Pischetola e Carlo Guaitoli in brani vecchi, nuovi e improvvisazioni.

Apparat Constantin Falk
Apparat Constantin Falk

Molto spazio agli ospiti internazionali: si inizia con il ritorno in scena di Apparat, musicista berlinese autore della colonna sonora di “Il giovane favoloso”, ultimo film di Mario Martone. Si prosegue poi con il canadese Caribou e il suo album di elettronica in uscita, Our Love, e SBTRKT, produttore mascherato che si occupa di R&B ed elettronica. Ma oltre all’elettronica c’è anche la soul-dance dei Jungle, il dj set “back-to-back” di Ben Ufo, la techno di Marcel Dettmann, dj resident del celebre Berghain di Berlino.
Non si parla solo di musicisti, ma anche di etichette. Sarà infatti presente al Teatro Carignano la Hyperdub, tanto prestigiosa quanto innovativa, nella persona del suo fondatore, Kode9 e Laurel Halo, uno dei talenti che lavora con lui insieme alla svedese Fatima, cantante di soul-funk-jazz.
Per quanto riguarda gli artisti nostrani, saranno presenti, tra gli altri, i Tiger&Woods (duo di disco-funk), i Vaghe Stelle, i Primitive Art e gli Stump Valley.
Primo progetto speciale della manifestazione è “A great Symphony for Torino” realizzato per British Council, in cui giovani producer, coordinati da Kode9, dovranno comporre una colonna sonora in realtà aumentata per alcuni luoghi rappresentativi della città. Otto delle tracce realizzate, saranno dedicate alle location in cui sono affisse le Luci D’Artista, in prossimità delle quali ci sarà un totem per la fruizione della musica fino all’11 gennaio 2015.
Nato dalla collaborazione con Absolut, “AbsolutSymposium” è un formato creato per attualizzare il concetto di simposio. L’Hotel a 4 stelle AC Torino al Lingotto, sarà infatti trasformato in un punto d’incontro centrale per il festival, attraverso spettacoli live e talk, installazioni e interviste, 24 ore su 24.
Ultimo ma non ultimo, “Tanz Salvario” inaugura “Torino incontra Berlino”, per festeggiare il venticinquesimo anniversario della caduta del Muro e il sessantesimo dalla nascita del Goethe Institut, il quartiere di San Salvario sarà animato da un’intera giornata di attività e una line-up di prestigiosi artisti tedeschi (Apparat, Recondite e Marcel Dettmann) battezzata Berlin Wall 25 che si esibirà dalla mezzanotte di domenica 9 al Lingotto.

Un appuntamento da non perdere quindi per tutti gli appassionati di musica e di arte! 

Comments

comments