Extant, prodotto da Spielberg: quando fantascienza e thriller si incontrano

Michele Li Noce-

Iniziata il 9 luglio, la serie interpretata da Halle Berry, tocca alcuni temi già cari al pluripremiato Spielberg, come l’interazione umani e macchine e il nostro rapporto con lo spazio e i suoi misteri

extant-poster-season-1-2014

Extant può essere definita una serie di fantascienza in quanto le ambientazioni e la tecnologia raggiunta, fanno pensare a questo, ma è una serie meno orientata verso il puro fantastico e più indirizzata ad affrontare i turbamenti e la sofferenza dell’animo umano, senza però dimenticare una buona dose di suspense e molti misteri.
Molly Woods (Halle Berry), la protagonista, torna a casa dopo 13 mesi di isolamento nella stazione spaziale orbitante Seraphim. Tutto sembra normale e insieme a suo marito John (Goran Visnijc) e il piccolo figlio, danno l’idea di essere una classica famiglia americana, felice e benestante.
La nostra percezione cambia quando scopriamo che il piccolo Nathan, figlio della coppia, è in realtà un robot, creato da John per compensare l’infertilità della coppia.

extant2-700x400

Una visita medica di routine, rivela una sorpresa decisamente inaspettata, dopo così tanti mesi nello spazio, che destabilizzerà la protagonista: Molly è incinta. A questo si accavallano le vicende di  John che ignaro di tutto si dedica al lavoro, trovando con l’enigmatico Yasumoto (Hideyuki Sanada) un accordo per produrre un nuovo robot.

Flashback  e presente si alternano senza sosta in queste prime puntate andando a rivelare i fatti accaduti alla protagonista durante la sua permanenza sulla stazione spaziale; l’incontro con un collega, creduto morto, aggiunge, semmai ce ne fosse stato bisogno, ulteriore suspense e dramma.

La serie, ideata da Mickey Fisher, ha trovato in Spielberg un produttore interessato, in quanto la storia, pur incanalandosi verso un thriller fantascientifico, ha nelle sue componenti, aspetti che non potevano non attrarre il grande regista americano. Prima fra tutti, l’interazione umani e robot, svicerata dallo stesso Spielberg in “A.I. Intelligenza artificiale”. Infatti Nathan, il figlio robotico dei Woods, è in parte una versione aggiornata di David, il robot con sentimenti umani di A.I. .

Extantberry-700x400

Halle Berry appare in perfetta forma e ben calata nel sofferto personaggio dell’astronauta. Il premio oscar per “Monster’s ball”, interpreta da par suo la figura di una donna forte, abituata a stress estremi, posta di fronte a incertezze e fatti che lei stessa trova di difficile comprensione.

Goran Visnijc (reso famoso dal suo ruolo in ER medici in prima linea) interpreta John calandosi perfettamente nel ruolo difficile di marito, diviso tra una famiglia che ama e il lavoro. Preso infatti dal suo lavoro ignora completamente il dramma che la donna sta vivendo, dedicandosi completamente al sogno di plasmare un modo in cui robot e umani siano finalmente integrati. Stringe per questo un accordo con l’enigmatico Hideki Yasumoto, interpretato da Hiroyuki Sanada, altro personaggio magistralmente interpretato, che sicuramente potrà dare un apporto significativo alla trama.

Extant04

La serie ci ha convinto per la storia, subito coinvolgente e per gli interpreti, capaci di restituire a pieno allo spettatore, le giuste sensazioni per farlo calare lentamente, ma inesorabilmente, nell’universo di Extant. Le nostre sono sensazioni positive. Aspettiamo la conferma dalle nuove puntate e speriamo che le nostre aspettative non vadano deluse.

Comments

comments