Fortitude: quando il Thriller va sotto zero

Michele Li Noce –

Un microcosmo all’apparenza candido come la neve, nasconde tragiche verità. Benvenuti a Fortitude.

FortitudeFortitude è un thriller psicologico ambientato nella cittadina omonima, situata in un isola nelle vicinanze del polo nord e appartenente alla Norvegia. Qui opera una stazione scientifica internazionale guidata dal professor Stoddardt (Christopher Eccleston), cittadino britannico, incaricata di svolgere analisi e rilievi sul territorio. La serie tv ha inizio con un incidente che coinvolge il fotografo Henry Tyson (Michael Gambon) e lo sceriffo locale Dan Anderssen (Richard Dormer). Tempo dopo, due abitanti trovano, su segnalazione della figlia di uno dei due, dei resti di Mammut e convinti di poterne ricavare dei soldi, si recano alla stazione scientifica. In quest’occasione Jason (Aaron McCusker) ha un diverbio con il professor Stoddardt e quest’ultimo, dopo poco tempo, viene  ritrovato barbaramente ucciso. Per indagare, arriva da Londra il detective Eugene Morton (Stanley Tucci), esperto di medicina legale. L’assassinio fa così riaffiorare dall’ovattata cittadina, tutta una serie di verità e bugie che coinvolgono i protagonisti e la neve fa da muta testimone degli intrecci a volte morbosi, a volte tragici.

Alcuni dei protagonisti della nuova serie in onda su Sky Atlantic in questi giorni.
Alcuni dei protagonisti della nuova serie in onda su Sky Atlantic in questi giorni.

Henry Tyson, uomo distrutto dopo il dramma vissuto a inizio serie, vive più ubriaco che lucido, nascondendo a tutti il suo dolore e il suo bisogno di verità che a volte sfocia in vere e proprie follie. Eppure Tyson era un fotografo stimato e uomo di cultura, ma tutto questo non l’ha salvato dal terribile e freddo abbraccio che la cittadina offre ai suoi abitanti.

Christopher Eccleston è il professor Stoddardt.
Christopher Eccleston è il professor Stoddardt.

A complicare le indagini si aggiunge anche il progetto del governatore locale Hildur Odegard (Sofie Grabøl) di costruire un albergo di ghiaccio, opera che aspettava l’approvazione proprio dal centro di ricerca di Stoddardt, aumentando così la rosa dei sospetti.

Oltre al caso da risolvere, si inseriscono anche i problemi personali dei protagonisti, a cominciare dalla morbosa relazione tra Frank Sutter (Nicholas Pinnock) ex militare reduce dall’Afghanistan e la sua amante Elena Ledesma (Veonica Echegui). Frank è sposato però con Jules e hanno un bambino che sarà l’origine della intricata vicenda che li riguarda.

Una scena del pilot.
Una scena del pilot.

La serie di produzione inglese e distribuita da Endemol UK, è ottimamente sceneggiata da Simon Donald, che è riuscito a scolpire personaggi passionali e caldi che contrastano con il clima glaciale. Tutti sono mossi da una qualche energia interna che li spinge a operare in direzioni a volte quasi sorprendenti. Inoltre, la cittadina sembra una sorta di porto internazionale nei quali oltre a cittadini britannici e norvegesi, troviamo anche spagnole come Elena Ledesma. Ogni aspetto dell’ambientazione è stato curato in maniera precisa e rispecchia le anime contorte protagoniste di questo Thriller. Perfetta anche la scelta dei protagonisti. Dalla Grabøl (The Killing) governatrice con più di uno scheletro nell’armadio a Richard Dormer (Game of Thrones) sceriffo dal passato enigmatico.

Stanley Tucci è il detective Morton.
Stanley Tucci è il detective Morton.

Fin dall’inizio lo spettatore viene trascinato letteralmente nel vortice freddo e irreale di Fortitude, aiutato in questo dal dramma iniziale e dal coinvolgimento empatico con i personaggi, che porta comunque a seguire ogni più piccolo dialogo per riuscire a comprendere tutte le complicate pieghe anche psicologiche che questa serie offre.

La serie, farà la gioia degli amanti dei Thriller a sfondo psicologico, ma anche degli amanti del giallo puro, grazie anche alla presenza del molto britannico investigatore Morton, interpretato da Stanley Tucci, uomo abile e attento osservatore del mondo di Fortitude, che inizialmente lo spiazza ma che poi con pazienza e grande abilità, trova la maniera di scardinare lentamente ma inesorabilmente.

Richard Dormer interpreta uno sceriffo insicuro e nevrotico.
Richard Dormer interpreta uno sceriffo insicuro e nevrotico.

Ironia e amore sono come imprigionati all’interno del dramma raccontato e affiorano solo raramente nella sceneggiatura. L’amore è finora quasi assente e vissuto più come mero atto sessuale che non come sentimento reale e le relazioni già consolidate danno l’idea dell’imperfezione determinata da verità nascoste e segreti non del tutto chiariti.

Sofie Grabøl interpreta la governatrice Odegard. Qui in una foto con Richard Dormer
Sofie Grabøl interpreta la governatrice Odegard. Qui in una foto con Richard Dormer

Gli appassionati di serie TV, troveranno inoltre positiva la messa in onda della versione italiana in contemporanea con quella britannica. Operazione a cui Sky Atlantic, canale a pagamento, ci sta ormai abituando per diverse produzioni come “Il Trono di Spade” e “House of Cards”.

Ancora una scena della serie con Nicholas Pinnock che interpreta Frank sutter.
Ancora una scena della serie con Nicholas Pinnock che interpreta Frank Sutter.

A noi la serie finora è piaciuta, non deludendo, ma anzi soddisfacendo tutte le aspettative che avevamo, fin dal primo minuto, inclusa la splendida sigla “Peeling off the layers” letteralmente Spellare via gli strati, un titolo quanto mai azzeccato per una serie che “sbuccia” gli strati dei pesanti giubbotti, golf e camicione di flanella per arrivare all’anima nuda dei personaggi.

Comments

comments