Hollywood loves serie TV

Michele Li Noce-

Anche gli attori della hollywood che conta fanno a gara per trovare storie convincenti da interpretare in televisione. Com’è cambiato il rapporto tra cinema e serie Tv negli ultimi anni?

Extant
Spielberg e Berry sarà un accoppiata vincente? Iniziata il 9 luglio, la serie promette bene.

Probabilmente, se dieci anni fa avessi detto che un “due volte premio oscar” e un fresco vincitore della statuetta avrebbero recitato in una serie tv, non mi avreste preso sul serio. Nel 2014, invece, non è difficile trovare attori di Hollywood e vincitori di Oscar che accettano ruoli in serie TV. D’altronde anche Hollywood sta prendendo a piene mani sceneggiatori, registi di provenienza telefilmica. Andiamo con ordine, si diceva Hollywood da Oscar e iniziamo da quello:

Kevin Spacey, vincitore di due Oscar (I soliti sospetti e American Beauty) è Frank Underwood, il contorto, ironico e spietato protagonista di “House of Cards“, la serie americana pluridecorata. Lo stesso Spacey, in una recente intervista a un network americano, avrebbe detto che se quindici anni fa il suo agente gli avessero proposto di fare una serie TV, sicuramente l’avrebbe scartata e cestinata.

house-of-cards

Come non citare, poi, il fresco premio Oscar Matthew McConaughey, protagonista e produttore, insieme a un altro attore di successo hollywoodiano, Woody Harrelson, di True Detective“, che sulla sua scelta di produrre e interpretare una serie TV non ci avrebbe pensato due volte, scommettendo anche sul suo successo.

true detective

E’ chiaro che non tutte le ciambelle riescono col buco! Così capita che un altro mostro sacro della Hollywood che conta, Michael J. Fox, protagonista di decine di pellicole, sia stato costretto a chiudere i battenti della sua serie omonima al termine della prima stagione. Stessa sorte toccata a Robin Williams con “Crazy Ones“. Questi piccoli inciampi non hanno fermato gli attori di Hollywood dalla corsa per accaparrarsi il loro posto al sole nelle produzioni televisive. Volete altri nomi? Eccoli: Kevin Bacon (The following), Steve Buscemi (Boardwalk Empire), James Spader (The Blacklist), James Caviezel (Person of Interest), Eva Green (Penny Dreadful) e Lucy Liu (Elementary). Recentemente a questa lista, si sono aggiunti Liv Tyler, protagonista di “Leftlovers” e Halle Berry, prossima star della serie, prodotta da Steven Spielberg, “Extant“. In questa logica di ascolti, che non guarda in faccia un pluripremiato come Williams, la scelta di certe star di Hollywood può sembrare quasi suicida. Nella realtà dei fatti, il livello delle produzioni da Tv, non ha nulla da invidiare al cinema. Esistono, certo, delle differenze ma se osserviamo le serie che vanno per la maggiore, come “Games of Thrones“, “Walking Dead” o “Grey’s Anatomy“, ci accorgiamo di come sia cambiato in meglio il rapporto tra qualità e serialità. Il cinema deve temere la Tv? Ancora no. Le due cose possono ancora convivere in parallelo senza avere urti e scossoni. Di certo gli attori da cinema non scartano più a priori le proposte della televisione come qualcosa di dispregiativo, o da fare a fine carriera, merito anche del nuovo modo di fare show e fiction.

Comments

comments