Il termometro horror delle serie tv, misura il tuo coraggio la notte di Halloween!

Michele Li Noce – Federica Spagone – Grafica Chiara Demorra

Tante serie horror per la notte di Halloween. Avrai il coraggio di guardare quelle da termometro rosso? 

Halloween si avvicina e anche per gli appassionati di serie Tv arriva la fatidica domanda, cosa guardare la notte delle streghe? Dai più leggeri fino ad arrivare ai più spaventosi, ecco la nostra classifica dei telefilm horror per questa magica serata. Segui il termomentro horror e misura il tuo coraggio, riuscirai a guardare le serie rosse senza chiudere gli occhi nemmeno una volta?   horror 15

term_hall_tln_gialloIniziamo appunto con una serie da termometro giallo, meno spaventosa ma assolutamente godibile e divertente, che ha fatto storia ed è ormai diventata un culto per gli under 30: Buffy – L’ammazzavampiri. Tutta la serie è incentrata sulla mitica Buffy Summers, una giovane studentessa dall’apparente vita normale che si trasferisce a Sunnydale insieme alla madre. Buffy però non è una ragazza come tante, è  la Cacciatrice, una prescelta dalla straordinaria forza e abilità nella lotta, che con l’aiuto di Giles, il suo osservatore, è in grado di combattere vampiri e demoni sempre in agguato. La ridente cittadina infatti si trova proprio sulla bocca dell’Inferno. Al fianco di Buffy la Scooby Gang, composta da Willow e Xander a cui si aggiungerà anche il Demone della Vendetta Ania, ma anche l’amabile Angel, vampiro alla ricerca della redenzione dopo secoli di malvagità che avrà una complicata relazione con la cacciatrice che finirà col suo volontario esilio a Los angeles e Spike misterioso vampiro, inizialmente spietato e crudele che si rivelerà innamorato della cacciatrice e finirà con il riacquistare anche l’anima per starle accanto fino alla fine. Protagonisti delle prime stagioni anche Oz, mite musicista  e licantropo e Cordelia, la più popolare del liceo che col tempo diverrà una preziosa alleata e che finirà per seguire Angel nel suo esilio (da qui lo Spin Off Angel appunto). Come non citare poi Faith cacciatrice antagonista di Buffy, sempre pronta a mettersi nei guai e a fare la scelta sbagliata e la giovane Dawn, sorella della cacciatrice dal misterioso passato. Creata da Joss Whedon e inizialmente pensata come film cinematografico, poi realizzato nel 1992 (con scarso successo), è andata in onda tra il 1997 e il 2003 per 145 episodi e sette stagioni. La serie è considerata da molti l’archetipo della teen horror story, un punto fermo e fonte di ispirazione per prodotti successivi a tema fantastico e Horror. Per gli appassionati consigliamo la visione delle puntate ambientate ad Halloween: la sesta della seconda stagione dall’omonimo titolo in cui tutti i nostri amati si trasformeranno nei loro travestimenti e Fear Itself quarta puntata della quarta stagione, in cui la Scooby Gang rimane intrappolata in una casa infestata. 

The-Vampire-DiariesPochi brividi ma tanto pathos anche con The Vampire Diaries, in cui la giovanissima Elena Gilbert  scopre che il suo fidanzato, Stefan Salvatore, è un vampiro pluricentenario. Stefan riconosce in Elena, la figura di Kathrine Pierce, la donna che secoli addietro aveva trasformato lui e il fratello Damon in vampiri nel 1864, durante la guerra di secessione e per questo se ne innamora all’istante. Anche Damon nutre profondi sentimenti per Elena, ma il suo carattere ribelle lo porterà a non volersi integrare a a nutrirsi di sangue umano. Entrambi tenteranno di proteggerla dal vampiro Originale Klaus dalla doppia natura e da Alaric in cerca di vendetta nei confronti di Damon colpevole della morte dell’amata Isobel. La serie, creata da Kevin Williamson e Julie Plec, ha debuttato il 10 settembre 2009 sul network The CW, ed è giunta alla sua sesta stagione. Liberamente ispirato alla collana di libri di Lisa Jane Smith, dal titolo italiano “Il diario del vampiro”, lo show non contiene di per sè scene particolarmente impressionanti e la storia nel suo complesso è più un mix di fantastico, dramma sentimentale con qualche spruzzata di horror..

Seaseon5_castAlcuni brividi in più rispetto alle precedenti e tanto divertimento anche per True Blood, conclusasi ormai quest’anno alla sua settima stagione. Sulla terra, vampiri ed esseri umani possono finalmente convivere grazie all’invenzione del True Blood, un sangue sintetico che sostituisce il sangue umano. Tutto questo non diminuisce però le differenze e i contrasti tra umani e vampiri ma le acuisce fino allo sfociare di atti d’odio nei confronti del diverso. Qui si incastra la vicenda di Sookie Stockhouse, una giovane cameriera di Bon temps, telepate che si invaghisce del misterioso vampiro Bill Compton, l’unico di cui non riesce a captare i pensieri. Molti i protagonisti della serie a fianco di Sookie: Jason, l’amica di sempre Tara, l’intrigante vampiro Eric Northman la sua progenie Pam, la giovane vampira Jessica, al gentile Sam Merlotte, il simpaticissimo Lafayette fino ad arrivare al rude Alcide. Durante il corso delle stagioni si affronteranno delitti, sette religiose, una menade malvagia, mutaforma, lupi mannari e molto altro in una storia che parla d’integrazione. Liberamente ispirata al “Ciclo di Sookie Stockhouse” romanzi di Charlaine Harris, lo show marcato HBO ha coperto ben 7 stagioni per un totale di 80 episodi e si presenta come una vicenda sospesa tra horror, fantastico e thriller investigativo. La forte dose di ironia, scene splatter e sessualmente esplicite e la presenza talvolta di figure grottesche caratterizzano questo telefilm rendendolo unico nel suo genere.

Teen-Wolf-Season-3jpg_zps5893c247Ultima serie da termometro giallo è Teen Wolf, ideata da Jeff Davis, successivamente affiancato da Russel Mulcahy che è riuscito a donargli una maggior componente horror.
Scott McCall è un giovane come tanti ma la sua vita cambia drasticamente quando, una notte, viene morso da un lupo mannaro. Dopo aver scoperto di essere diventato a sua volta un licantropo, Scott è costretto a ricercare un equilibrio tra la sua nuova identità, fonte di molti pericoli, e la sua vita da adolescente. Lo aiuterà il suo migliore amico, Stiles e il misterioso licantropo Derek  che cercherà, non senza difficoltà, d’insegnargli come controllare i suoi nuovi poteri. Scott diventa popolare e conosce Allison una splendida ragazza con cui inizia una relazione. Le cose si complicano quando si scopre che la famiglia della ragazza rappresenta una stirpe secolare di cacciatori di licantropi e questo porterà il giovane Scott a prendere decisioni non sempre semplici per proteggere la sua essenza di lupo mannaro. Liberamente ispirata al film del 1985 “Voglia di vincere” con Michael J. Fox, giunta ormai alla sua quinta stagione, si presenta come una Teen Series dalle tematiche fantasy ben intrise di romanticismo e dramma e con una punta di horror5194QsbNRAL._SX940_

term_hall_tln_arancioTermometro arancione per Grimm, ideata da David Greenwalt e Jim Kouf che presenta creature decisamente impressionanti e ben caratterizzate.
Nick Burkhardt è un agente di polizia della cittadina di Portland che scopre di avere un particolare potere: vedere il lato oscuro, le “bestie selvagge”, che si nascondono nelle persone che lo circondano. A tramandargli questo potere ci pensa la Zia Marie, che prima di morire, gli rivela di essere l’ultimo discendente di una famiglia di cacciatori chiamati “Grimm”, destinati a lottare contro i Wesen, creature soprannaturali e difendere così il genere umano. Ma non tutti i Wesen sono pericolosi o armati di cattive intenzioni e lo scoprirà presto facendo la conoscenza di  Eddie Monroe, un lupo mannaro con cui nascerà un legame di amicizia. Fidanzato e vicino al matrimonio con la bella Juliette Silverton, Nick in un primo momento non gli rivelerà il suo segreto, ma gli eventi raccontati nella seconda e terza stagione lo obbligheranno a rivedere la sua decisione. Difficile condensare in breve le decine di mostri in cui il detective Burkhardt si imbatte nel corso di 3 stagioni, citiamo alcuni davvero terrificanti come il Cracher-Mortel dallo sputo che riduce in zombie, all‘Hexenbiest potentissima e orribile strega che cela il suo aspetto reale in corpi di donne bellissime come quello della conturbante Adalind Schade. Non mancano i Wesen buoni come abbiamo visto con il lupo mannaro Eddie o la Fuchsbaum Rosalee Calvert, metà umana e metà volpe. La serie è appena tornata in onda con la nuova stagione, la quarta che arriverà in Italia nel 2015.

Qualche brivido in più anche per Sleepy Hollow, dalle ambientazioni decisamente suggestive. Ichabod Crane, morto in combattimento dopo essere riuscito a decapitare un potente e misterioso cavaliere, circa 250 anni prima degli avvenimenti presenti, si risveglia in una grotta in pieno ventunesimo secolo. Il professore si rende ben presto conto che anche il perfido cavaliere senza testa si è risvegliato e deve essere fermato ad ogni costo. Ad aiutarlo in questa battaglia l’agente Abbie Mills che oltre ad affiancarlo nella ricerca della verità e della sua amata Katrina, intrappolata nel limbo, dovrà spiegargli come si vive in un’epoca totalmente differente da quella che Crane conosce. Basata sul racconto “La leggenda di Sleepy Hollow” di Washington Irving e sviluppata tra gli altri da Alex Kurtzman e Roberto Orci (Fringe), la serie composta finora da due stagioni (la seconda ora in onda sui canali americani Fox), rivela una giusta dose di horror e fantasy misto al classico poliziesco investigativo, con molti colpi di scena.

horror10Supernatural, con alcuni momenti spaventosi, storie raccapriccianti ma anche tanta tanta ironia, ha saputo conquistarsi un posto nel cuore di tutti gli amanti del genere. Sam e Dean Winchester sono due fratelli che girano gli States a bordo della mitica Chevy Impala nera del ’67 a caccia di demoni, fantasmi e mostri. Tutto inizia quando un evento soprannaturale uccide la madre dei due e costringe il padre a crescere i propri figli insegnando loro tutto quello che sa sulla caccia ai Demoni. Trascorsi gli anni ritroviamo Sam che cerca di staccarsi dalla tradizione di cacciatori di demoni della famiglia, ma la morte della fidanzata con le stesse modalità della madre, lo costringono a cercare la verità insieme al fratello maggiore Dean. La serie è un mini compendio di citazioni horror (Poltergeist, The Ring, The Blair Witch Project e molti altri). Il creatore Eric Kripke propose alla Warner Bros la storia di due investigatori del paranormale a caccia del male presente in ogni angolo degli USA, ma la storia non piacque molto e così, lavorandoci sopra, si arrivò alla decisione di dare un passato drammatico e soprannaturale ai due fratelli. Buona parte delle storie si rifanno alle tantissime leggende metropolitane della provincia americana. La metodologia investigativa dei due protagonisti, la sceneggiatura e le atmosfere buie e opprimenti, ricordano molto alcune investigazioni della serie culto ‘The X-Files. In sostanza tutto il telefilm può essere considerato una celebrazione dell’horror più classico ed adolescenziale degli anni ottanta e novanta, non a caso è considerata la naturale erede di una serie come ‘Buffy The Vampire Slayer’ sia per la giovane età dei protagonisti, sia per l’ambientazione fantasy/horror ma anche e soprattutto per l’ironia con cui i due protagonisti affrontano le situazioni più sinistre.

fringe-4-posterIn bilico tra fantascienza e horror anche Fringe  regala emozioni e qualche brivido. Tutto inizia quando Olivia Dunham agente FBI, viene chiamata per indagare sul misterioso volo 627 nel quale tutti i passeggeri sono morti per una causa sconosciuta. Quando il suo collega e amante viene colpito dallo stesso agente infettivo che ha ucciso i passeggeri, la Dunham si mette sulle tracce dell’unica persona in grado di aiutarla per districare la matassa: Walter Bishop, un professore a capo, insieme a William Bell (ora plurimiliardario e a capo della Massive industries), di una segretissima divisione di laboratori che negli anni 70/80 si era occupata di sperimentare e creare la cosiddetta scienza di confine (Fringe division) e che ora sta marcendo in un ospedale psichiatrico. L’unico familiare in grado di firmare la dismissione del professore dal manicomio è Peter Bishop che Olivia va a recuperare in Iraq, mentre tenta una colossale truffa. Convinto a firmare e rivedere lo svampito padre dopo moltissimi anni, i tre formeranno il trio protagonista di questa serie TV da molti considerata l’erede di X files per i temi trattati e per il metodo investigativo procedurale utiizzato per risolvere i vari casi. Alcuni episodi sono realmente raccapriccianti e inquietanti con idee talvolta geniali. Creata da un trio d’oro come JJ Abrams, Alex Kurtzman e Roberto Orci, la serie conta 5 stagioni e 100 episodi esatti. Sono molti i fans che rimpiangono la fine di questo show che forse meritava un miglior finale.

20140509HOPennyDreadful2-1Brividi d’autore con Penny Dreadful che si ispira ai personaggi della letteratura per sconvolgere lo spettatore. Siamo nell’Inghilterra di fine 800, a Londra i destini di sir Malcom Murray, Vanessa Ives, Ethan Chandler e il Dottor Frankenstein si incrociano quando il primo decide di salvare la giovane figlia Mina, dalle mani di un pericoloso e antichissimo vampiro che l’ha rapita. I più famosi personaggi dell’horror gotico, da Dorian Gray al mostro del barone Frankenstein, all’uomo lupo, si mischiano in questa serie dalle tinte forti che fa delle ambientazioni cupe e di una scenografia perfetta il suo punto di forza. Una sola stagione andata in onda e una seconda già in lavorazione e che uscirà probabilmente nella primavera/estate del 2015.the-walking-dead-poster

term_hall_tln_rosso

Passiamo ora a quelle serie tv che potrebbero non farvi dormire la notte. Termometro rosso e brividi assicurati quindi con The Walking Dead in cui il vice sceriffo Rick Grimes, dopo un incidente e qualche mese in coma, si risveglia in un mondo completamente devastato. Corpi sventrati e pozze di sangue ovunque, questo l’aspetto dell’ospedale è deserto e distrutto. Rick non ci metterà molto a capire la situazione: il virus che sembrava essere controllato prima del suo incidente, ha preso piede e uccide entro 24 ore chi ne viene colpito. I morti si risvegliano ed attaccano i vivi, la cui presenza è sempre minore. Lo sceriffo sfrutterà le sue abilità di sopravvivenza per sopravvivere ed uscire dalla città, riuscendo a ricondursi con la sua famiglia e trovando altri superstiti. Unica speranza di sopravvivenza, raggiungere Atlanta in Georgia dove si stanno radunando i superstiti e si sta cercando un rimedio al terribile contagio. Questo in breve l’inizio di una della migliori serie horror degli ultimi anni, ispirata al fumetto di Robert Kirkmann edito da Image Comics, la serie segue solo parzialmente il fumetto, ma non perde la forte carica di terrore e paura che trasmette al lettore/spettatore che rimane quasi invariata. Quinta stagione appena iniziata per questo show in cui a spaventare non sono come sempre i mostri, ma l’animo umano.

Rimaniamo in tema Zombie con Dead Set, un piccolo gioiellino di genere che siamo sicuri non vi deluderà. In questa miniserie inglese, i concorrenti di un reality show, chiusi in una casa, devono difendersi dall’attacco dei morti viventi che hanno ormai invaso ogni luogo. I piani di lettura di questo show sono diversi. si passa da un piano prettamente horror visuale a un piano psicologico e sociologico. In fondo chi siamo noi a volte, se non zombie incapaci di una nostra idea o pensiero, intenti a guardare incurositi la finta vita dei componenti di un reality annullando il nostro libero pensiero e diventando per questo degli zombie? L’inquietudine che pervade le puntate è palpabile e i 5 episodi che lasciano alla fine un senso di terrore non determinato tanto dalla vista degli zombie (cosa abbastanza spaventosa), ma dalla morale stessa che se ne ricava. Dead set, sebbene non conosciutissima, è per gli amanti dell’horror  imperdibile e merita la visione.

AMERICAN HORROR STORY: Airing on FXHorror puro e termometro rosso anche per la conosciutissima American Horror Story, serie antologica della rete via cavo FX, giunta alla sua quarta stagione dedicata al Freak Show. La vera forza dello show sta nel fatto che pur  mantenendo in parte il cast delle stagioni precedenti, varia personaggi e ambientazione creando così delle stagioni autoconclusive, che sviscerano di volta in volta un orrore differente. Si inizia con la classica casa maledetta e infestata della prima stagione in cui i coniugi Harmon iniziano una lenta e orribile discesa nei più bui angoli della proprie paure  in un tracollo emotivo e psicologico senza fine. Si passa poi all’inquietante manicomio degli anni 60, il Briarcliff (Asylum) diretto da suor Jude Martin donna dal passato misterioso, nel quale, oltre al disagio contorto che si respira in un luogo di normale disperazione, si uniscono l’eterno contrasto sui metodi da utilizzare nel Briarcliff col dottor Oliver Thredson, e le folli sperimentazioni segrete del dottor Arden. A tutto questo si aggiunge che nei boschi intorno all’istuto psichiatrico si aggirano misteriosi mostri. La terza stagione (Coven) indaga invece in chiave moderna, sul mito delle streghe in un susseguirsi di flashback in cui l’orrore e le colpe di un passato incancellabile si scontrano con l’epoca moderna e con la volontà della suprema Fiona Goode di difendere le ultime streghe e insegnare loro a gestire i propri poteri in modo adeguato. Tutte le stagioni sono suggestive, grazie a musiche d’atmosfera, ambienti spettrali e protagonisti terrorizzanti. 

the-strainCon The Strain il termometro horror sta per scoppiare, grazie ad un’ambientazione oscura, all’ampio utilizzo di scene splatter  realmente raccapriccianti e a orribili vermi che si insinuano sotto i tessuti per contagiare i malcapitati umani. Ideata da Guillermo del Toro e Chuck Hogan e basata sull’omonima trilogia (scritta dai medesimi autori) è già diventata un cult. La vicenda racconta la lotta tra una misteriosa e potentissima entità, chiamata dai suoi adepti “Maestro” e coloro che cercano in ogni modo di contrastarne la sua ascesa e la diffusione di un’epidemia tremenda e dai risvolti raccapriccianti. Tra le forze del male, la potente e ricca organizzazione Stoneheart composta tra gli altri dal miliardario Eldritch Palmer e il cattivissimo nazista Thomas Eichhorst trasformatosi negli anni della guerra in orribile Strigoi. A cercare di fermarli l’epidemiologo Ephraim Goodweather, il primo a scoprire il contagio, Abraham Setrakian un misterioso personaggio che in passato ha già lottato con queste entità, Nora Martinez collega e fidanzata di Thomas e il derattizzatore Vasiliy Fet personaggio risoluto e affascinante che ormai si è conquistato il favore di tutto il pubblico, maschile e femminile. Finita di recente un inquietante e orripilante prima stagione, aspettiamo con fiducia la seconda che promette  ampie dosi di profondo e insondabile terrore.

the-kingdom-dvdIl termometro è ormai alle stelle con l’inquietante The Kingdom (conosciuta anche come Riget), del famoso e discusso regista danese Lars Von Trier, che realizzò questa miniserie composta da due stagioni, a cavallo tra il 1994 e il 1997. L’incipit è molto enigmatico, come lo sarà l’intera visione, che porterà lo spettatore nei meandri dell’ospedale e al contempo dell’animo umano. Tutto ruota appunto attorno a “Il Regno”,  l’ospedale in cui si accavallano le vite e le storie dei protagonisti e che da il nome alla serie stessa. Decisamente distante dallo stile recente di Von Trier, qui tutto è in movimento, frenetico e per questo claustrofobico, il fiato viene a mancare quasi subito, non tanto per le scene cruente, quasi totalmente assenti, ma per il magistrale uso della macchina da presa, che regala l’impressione allo spettatore, di trovarsi proprio all’interno dell’ospedale. L’inquietudine quindi accompagna fin da subito la visione e si comprende ben presto che il vero orrore non è rappresentato dai fantasmi che infestano l’edifico ma dai vivi, che si macchiano talvolta di stupidità e a tratti di arroganza e crudeltà. Un’ambulanza senza guidatore che ogni notte si lancia in una corsa sfrenata, una medium ipocondriaca, un primario del tutto impreparato, una loggia di medici segreta, un neurochirurgo inetto e senza scrupoli e una strana presenza all’interno della tromba dell’ascensore, sono solo alcuni degli elementi che caratterizzano Il Regno, un luogo dove il bene e il male convivono e lottano continuamente. Ricco di humor nero e suspense, ne consigliamo la visione a tutti gli appassionati di horror che vogliono una storia lontana dai canoni classici e agli appassionati di film d’essay, che sapranno sicuramente apprezzare la regia.

La nostra discesa nei meandri dell’orrore televisivo è finita e la notte delle streghe è ormai alle porte, quali serie horror vi turberanno più del del dovuto? Quali vi faranno sorridere e quali invece proprio non riuscirete a guardare? 

Comments

comments

One Comment