La porta delle tenebre: ben tornati nell’inferno di Glenn Cooper

Paola Boni –

In libreria, edito dalla casa editrice Nord, il secondo romanzo della trilogia dei Dannati di Glenn Cooper, uno degli autori di Thriller storici più amato nel nostro paese

231-675x1024

É passato quasi un anno da quando, nella libreria Mondadori Multicenter di Piazza Duomo a Milano, Glenn Cooper ha presentato il suo romanzo “Dannati”, discesa all’inferno che oggi prosegue, in tutte le librerie, col suo attesissimo seguito: “La porta delle tenebre”.

Il secondo romanzo è il cuore pulsante di questa nuova trilogia di uno degli autori di Thriller storici più amato nel nostro paese. Per leggere il capitolo finale bisognerà aspettare il 12 Novembre, giorno in cui uscirà “L’Invasione delle tenebre” terzo e ultimo romanzo della saga dei Dannati.

Trama:

La speranza è durata poco più di un battito di ciglia. La speranza di potere, un giorno, dimenticare il cielo plumbeo e l’atmosfera opprimente dell’Oltre. La speranza di essersi lasciati per sempre alle spalle il mondo dove sono confinati tutti i malvagi vissuti sulla Terra dall’inizio dei tempi. Invece, non appena si rendono conto di avercela fatta, di essere nuovamente a casa, John Camp ed Emily Loughty sono costretti ad affrontare una realtà agghiacciante. L’incubo non è finito. Come previsto, l’avvio dell’acceleratore di particelle ha aperto il varco grazie al quale John ed Emily si sono ritrovati nel laboratorio di Dartford, in Inghilterra, ma allo stesso tempo ha inghiottito un numero imprecisato d’innocenti. Tra cui ci sono anche la sorella e i nipotini di Emily. Lei quindi non ha scelta: per salvarli, deve attraversare ancora una volta la Porta delle Tenebre e tornare all’Inferno. E, mentre a Londra c’è chi è determinato a smascherare le menzogne del governo su quanto sta accadendo a Dartford, Emily e John si preparano insieme con una squadra di recupero ad affrontare un viaggio ancor più pericoloso e ricco d’insidie del precedente. Un viaggio durante il quale incontreranno nuovi, terribili nemici, e stringeranno alleanze con coloro che li hanno aiutati a sopravvivere all’Inferno. Ma ci si può veramente fidare di chi, in vita, ha ceduto alle seduzioni del Male ed è da secoli relegato nella terra dei Dannati?

La porta delle tenebre” è un romanzo complesso dal punto di vista della narrazione che segue le vicende di un gran numero di personaggi dislocati in diversi luoghi divisi tra il nostro mondo e il terribile inferno creato dall’autore.

Nonostante la complessità dell’opera però, Cooper riesce a districarsi bene nel dedalo di trame da lui intrecciate, riuscendo a trascinare il lettore senza però togliere spessore ai suoi protagonisti.

Lo stile è quello che ha portato l’autore ad essere uno dei più amati nel nostro paese, uno stile fluido e vivido, capace di mostrare la storia non solo di raccontarla.

Degno di nota, sia nel primo che nel secondo romanzo della trilogia, il modo in cui Cooper è riuscito a integrare personaggi storici nella sua opera, dando loro una personalità coerente attraverso un attento studio della loro storia e della loro vita.

Il grande difetto del romanzo sta forse nel mondo un po’ troppo sbrigativo e semplicistico in cui alcune vicende vengono risolte, ma soprattutto a lasciare l’amaro in bocca è il finale, fin troppo scontato, che porta sì a un’apertura verso la conclusione della vicenda, ma che in fin dei conti non é poi molto diverso da quello del primo libro.

Un romanzo comunque appassionante e coinvolgente, che fa parte di una trilogia assolutamente consigliata a tutti gli amanti del genere.

Comments

comments