La Ragazza del Buio: quando anche nelle tenebre si può trovare la luce

Paola Boni –

Arriva in libreria la coraggiosa storia di Anna Lyndsey, la donna allergica alla luce che con il suo amore ha rischiarato il buio della sua vita

La-ragazza-del-buio

Il buio è sempre stato all’origine di molte delle nostre paure più profonde, uno spauracchio nel quale si nascondono incubi e terrori inconsci che ci portiamo dentro fin dalla nascita. Ma come ci comporteremmo se il buio diventasse la nostra unica speranza di salvezza? Se all’improvviso si trasformasse nel nostro migliore amico, nell’unica cosa che ci permette di restare in vita?

Anna Lyndsey è stata costretta a rispondere a queste domande quando, all’improvviso, il buio è diventato il fulcro di tutta la sua esistenza. Un tempo, era una ragazza come le altre, amante del cielo azzurro, della sensazione del vento sulla pelle e del profumo del mare d’inverno. La sua vita era serena, illuminata dall’amore per un ragazzo di nome Pete. La sua vita, però, si trasforma d’improvviso, sprofondando nelle tenebre: mentre sta scrivendo al computer, infatti, comincia a sentire un dolore lancinante al viso, un bruciore insopportabile che non riesce in alcun modo a calmare. Fu allora che a sua pelle ha iniziato a non sopportare più la vicinanza alcuna fonte luminosa. La diagnosi dei medici è implacabile: una rara e incurabile forma di allergia alla luce.

Costretta a vivere al buio e isolata nella sua stanza, Anna riesce però a trasformare quella che sembra essere una condanna alla solitudine nell’occasione per una nuova vita. Una vita fatta del suono delle parole dei libri che ascolta e che riempiono la sua oscurità di forme e colori sempre nuovi, ma soprattutto una vita piena d’amore per Pete che la ama a sua volta di un sentimento sempre più forte nonostante le numerose difficoltà. Un amore capace di illuminare anche la più buia delle notti.

Questa è la storia de “La ragazza del buio” un caso editoriale che a già scatenato il consenso unanime di critica e lettori. Una storia che vale davvero la pena leggere.

Perché la vita di Anna deve essere conosciuta dal mondo. Perché la sua è una storia vera, reale e coraggiosa quanto il suo amore per Pete, così vero e profondo da risplendere anche nelle tenebre più profonde.

La storia editoriale del romanzo:

Estate 2014:

La vita di Anna Lyndsey è una vita speciale. Allergica a ogni forma di luce, è costretta a vivere al buio. Ma c’è una persona accanto a lei pronta a darle coraggio: suo marito. Perché l’amore quando è vero e profondo supera ogni ostacolo. Proprio grazie a lui Anna ha trovato la forza di raccontare la sua storia. Ha cominciato a scrivere senza riuscire a vedere cosa la sua penna creava sul taccuino, ma sicura che le sue parole e le sue emozioni, quelle sì, avrebbero potuto squarciare l’oscurità intorno a lei. Da qui è nato La ragazza del buio.

Settembre 2014:

Quando uno dei più importanti editori inglesi ha tra le mani il libro, non ha dubbi sul pubblicarlo. Il mondo deve conoscere questa storia straordinaria.

Ottobre 2014:

America, Germania, Francia, Brasile, Olanda, Giappone. La ragazza del buio fa innamorare tutti. In pochi giorni viene venduto in 20 paesi. Metà Ottobre Anche in Italia parte un’asta agguerrita alla fine della quale è la Garzanti ad aggiudicarsi i diritti.

Dicembre 2014:

Esplode il caso editoriale per la stampa. Ancora prima dell’uscita un numero ristrettissimo di giornalisti viene invitato nell’universo di Anna Lyndsey dove il buio non ha mai fine. Per tutti si tratta dell’intervista più emozionante della loro vita.

Febbraio 2015:

Il libro esce in Inghilterra. Dopo il plauso della stampa arriva anche il successo del pubblico. Il passaparola è inarrestabile.

Marzo 2015:

Migliaia di commenti invadono i social network. I lettori sono convinti che una storia così non era mai stata raccontata.

Autunno 2015:

Vengono venduti i diritti cinematografici a un grande regista premio Oscar.

Marzo 2016:

La ragazza del buio arriva nelle librerie italiane.

 

Comments

comments