“Nightscapes” i paesaggi onirici di Ugo Ricciardi in mostra a Torino

Redazione – 

La personale del fotografo torinese in mostra dal 23 febbraio all’8 aprile alla Burning Giraffe Art Gallery 

©Ugo Ricciardi
©Ugo Ricciardi

A partire da giovedì 23 febbraio 2017, la Burning Giraffe Art Gallery di Via Eusebio Bava, 8/a, a Torino, presenta la personale del fotografo torinese Ugo Ricciardi. La mostra è composta da una selezione di scatti che fanno parte della serie inedita Nightscapes, un viaggio notturno in un paesaggio immerso in un ovattato silenzio invernale. Il buio dei luoghi (ruscelli, boschi, vallate montane), è interrotto da una presenza intrusa e poetica: una luce danzante che, vibrando in cerchi convulsi, disegna scie luminose stranianti e aliene.
I Nightscapes sono uno studio sul silenzio della natura“, spiega l’artista. “Nascono da un lavoro teso a cancellare il brusio della moltitudine, della luce, del giorno. Il sipario è calato e nessuno visita questi boschi. L’aria che muove le fronde è silenziosa, asciutta, e persino l’acqua che scorre ha un suono delicato, come il fluire di un sogno“.
In questa atmosfera onirica, il pensiero assume la struttura narrativa della fiaba e i disegni luminosi, creati in realtà dai movimenti convulsi della luce di un drone nel buio fitto, catturati attraverso una lunghissima esposizione, diventano la danza libera di una stella che ha abbandonato il cielo approfittando del silenzio e della solitudine della notte. “Le stelle sono qui, ora, sono scese a danzare e, mentre il cielo si rovescia, la terra fredda diventa il cielo e il caos dello spirito si placa per un istante”.

©Ugo Ricciardi
©Ugo Ricciardi

L’AUTORE
Ugo Ricciardi è nato a Torino, dove attualmente vive e lavora e ha creato una sala di posa per professionisti. Dopo aver conseguito due Master in fotografia di moda presso la Kaverdash School di Milano, avvia la sua carriera di fotografo lavorando per l’agenzia La Presse e come assistente di Giuseppe Pino. Negli stessi anni, tra il 1998 e il 2003, è anche assistente presso il Superstudio Industria di Fabrizio Ferri, dove collabora con professionisti internazionali del calibro di Andreas Bitesnich e Bruno Bisang. Tornato a Torino, nel 2004, si concentra professionalmente nel campo della fotografia di moda e pubblicità, collaborando con importanti brand internazionali (Roncato, Mondadori, Keramine H, Lisap) e pubblicando su riviste come Institute Magazine, Officiel Indonesia e Cosmopolitan. Tra il 2008 e il 2012 è docente di ritratto presso Ph Libero a Torino. Parallelamente, stimolato dai costanti viaggi in Africa e negli Stati Uniti, ha avviato una produzione di progetti personali attraverso i quali affronta i temi della caducità dell’esistenza e della trasformazione. Nel 2005 inaugura la sua prima personale, Angeli di pietra, a Torino e Treviso. Nel 2007 partecipa alla mostra collettiva della collezione di opere del pittore Enrico Colombotto Rosso. Nel 2014 partecipa alla Collettiva Un Certain Regard, in collaborazione con lo stilista Walter Dang. Nello stesso anno inizia una collaborazione con la Alidem di Milano.

Il vernissage è previsto per giovedì 23 febbraio dalle ore 18.30 alle 21.30.

Comments

comments