Pitch Perfect 2 al cinema. Il mondo della musica “a cappella” torna in pista

Chiara Demorra –

Il mondo della musica e del canto “a cappella” descritto tramite le avventure di un gruppo di ragazze un po’ strambe, ma talentuose ritorna al cinema dal 28 maggio distribuito da Universal Pictures

PP2

Prodotto dalla Universal Pictures e Gold Circle Entertainment, e diretto da Elizabeth Banks (attrice/regista/produttrice conosciuta per il ruolo di Effie Trinket in Hunger Games) arriva oggi in Italia, dopo una serie di teaser video e immagini, che hanno stuzzicato la curiosità di molti. Se il primo episodio è passato un po’ inosservato al grande pubblico, apprezzato però a posteriori, questo follow-up ha sicuramente le basi per essere un grandissimo successo immediato.
Nel 2012, quando i partner di produzione – nonché marito e moglie – Elizabeth Banks e Max Handelman si sono uniti alla Gold Circle Film di Paul Brooks per portare Voices (Pitch Perfect) sullo schermo, non avevano idea che questo mondo divertente ed eccentrico, avrebbe acceso il fervore del pubblico. La musica contagiosa, i testi orecchiabili e a tratti provocatori, hanno ossessionato i fan tanto da trasformare una hit dormiente in una pietra di paragone culturale. Lo dimostra il fatto che la colonna sonora del film ha raggiunto una tale popolarità che è stata la più venduta del 2013, e la seconda dell’ultimo decennio: la cover di Anna Kendrick di “Cups” ha avuto 180 milioni di visualizzazioni e 5 milioni di download, e ha ispirato innumerevoli splendide cover di fan del film di tutto il mondo.

Il video che celebra il successo di Cups

Sono passati tre anni da quando le Bellas hanno lasciato il proprio segno, con voci, stile e grinta, diventando il primo gruppo tutto al femminile ad aggiudicarsi un titolo nazionale. Ma minacciate dall’esclusione, a seguito di un incidente scandaloso che potrebbe far deragliare il loro ultimo anno alla Barden, le tre volte campionesse in carica temono che questa volta non avranno vita facile. Con a disposizione una sola possibilità di riscatto, le Bellas dovranno combattere duramente per conquistare la vittoria del Campionato del Mondo di Canto A Cappella che si svolgerà a Copenhagen. E mentre lottano bilanciando le pressioni del dominio musicale con le pregresse angosce, sarà il potere della sorellanza a far tirar fuori le loro voci e far vedere che hanno i giusti attributi per essere il miglior coro a cappella del mondo.

5706_D020_00452Riparte così con il gruppo di ragazze del primo film, anche questo sequel, con molte riconferme e qualche nuova recluta. Riprendono i loro ruoli Anna Kendrick (Twilight; Into The Woods) nel ruolo della talentuosa Beca, la leader dolce e decisa delle Barden Bellas, colei che le porta ad esplorare nuovi orizzonti e a superare i loro limiti; Rebel Wilson (“Le amiche della sposa”) è l’elemento comico e divertente del gruppo, Ciccia Amy mentre Brittany Snow (Hairspray) torna nel ruolo di Chloe, la prima che ha creduto in Beca e nelle sue doti da leader del gruppetto.
Tra le altre interpreti riconfermate Anna Camp con Aubrey; Alexis Knapp nel ruolo di Stacie; Ana Mae Lee nei panni di Lilly; Ester Dean, Kelley Jakle e Shelley Regner.
5706_D019_00540
Non mancano però le new entry nel gruppo di ragazze canterine, tra cui Hailee Steinfeld (Il Grinta) che interpreta Emily, una matricola con un gran retaggio, desiderosa di seguire le orme di sua madre, una cantante di talento; Katey Sagal nel ruolo di Katherine e Chrissie Fit è Flo, una studentessa trasferitasi da poco, che è palesemente imbarazzata dalla condotta delle sue compagne matricole. Confermati anche alcuni dei Ritmonelli (Troublemakers), storici antagonisti e rivali (ma non troppo) delle Barden Bellas, primo fra tutti Skylar Astin nel ruolo di Jesse, il combattuto interesse amoroso di Beca; Adam Devine, Ben Platt e Joe Lo Truglio.
5706_D026_00354
Le Bellas partecipando ai campionati del mondo in Danimarca, devono scontrarsi contro gli avversari più forti del pianeta: il super gruppo tedesco Das Sound Machine, guidato dalla pungente Kommissar (Brigitte Hjort SØrensen di Automata) e la sua spalla, Pieter Krame (la superstar di YouTube Flula Borg). Fanno il loro esordio cinematografico sei fan accaniti della serie, attuali membri dei Green Bay Packers, grandi appassionati di “Voices” (Pitch Perfect), sono entrati a far parte del cast dopo aver impressionato i realizzatori con la loro invidiabile conoscenza di ogni canzone, della trama e delle coreografie della commedia del 2012.

5706_D015_00120_0130R_COMP_CROPIn ultimo luogo, non meno importante, si riconfermano i due simpatici ed eccentrici commentatori del Campionato Nazionale dei Cori, John Michael Higgins e la produttrice stessa Elizabeth Banks, regalando anche in Pitch Perfect 2 dei graziosi siparietti, che ruberebbero una risata a chiunque, se non ce ne fossero già abbastanza.

La cosa sorprendente di Voices (Pitch Perfect) è che, pur avendo ottenuto ottimi risultati nelle sale, ha raggiunto l’apice nel mondo dei DVD e VOD. Ha avuto un consenso straordinario, da parte delle persone e delle famiglie di tutte le fasce di età” – rivela Brooks, il produttore – “Addirittura un ufficiale di una delle portaerei della US Navy ci ha inviato una e-mail dicendoci che tutti i loro ragazzi lo guardavano in continuazione. Questo riscontro è stato senz’altro molto gratificante, ma ovviamente ha rappresentato altresì un bel fardello in termini di aspettative riguardo la decisione della realizzazione del suo sequel
Una scelta difficile dunque quella della produzione di un secondo film, su cui hanno riflettuto a lungo tutti quanti, compresa Elizabeth Banks, che ha analizzato in primo luogo i motivi che la spinsero nel 2012 verso il progetto di questo film: “Prima di tutto, mi è piaciuto perché trattava la storia di donne incredibili, interessanti e molto divertenti. E’ una storia sui perdenti, che trovo sempre accattivante, ma la cosa più importante è che è molto gioiosa”.
Il primo film ha narrato il loro primo incontro da matricole e la nascita del loro legame, mentre questo nuovo capitolo le vede laurearsi, lasciandosi alle spalle l’esperienza e l’ansia vissuta. Abbiamo voluto approfondire il concetto di retaggio: riguardo le persone assieme alle quali si continua un percorso, e quelle che invece si lasciano alle spalle. Le ragazze si laureano da Barden Bellas a Bellas per tutta la vita” dichiara tra le altre cose la Banks, che al momento di passare a questo capitolo successivo è passata direttamente dietro alla macchina da presa, inaspettatamente anche per se stessa.

Come il primo film, anche Pitch Perfect 2 è stato girato a Baton Rouge, in Louisiana. Non solo la città era il luogo ideale per la Barden University ed il campus, ma rappresentava anche la location più adatta per lo stage di Beca, per le sfide metropolitane tra cori a cappella (in una villa su Highland Road), ed il mondo degli stessi campionati che si svolgono nella lontana Copenhagen, in Danimarca.
Una curiosità: durante la produzione, nel mese di Giugno del 2014, è stato indetto un casting per le comparse, tramite un invito aperto ai fan del primo film per assistere alle riprese notturne ad Highland Park. I realizzatori del film, aspettandosi un’affluenza modesta, non avevano idea di cosa sarebbe invece accaduto. Brooks ha infatti affermato che “Erano presenti molte comparse, ma dopo la prima canzone, hanno smesso di essere tali e sono diventate una vera e propria folla di fan delle ragazze. E’ stato affascinante assistere al cambiamento da ‘Sono qui per lavorare in un film’ a ‘Sto assistendo ad un vero e proprio concerto dal vivo“.

5706_D031_00199_0214R_COMPUn ruolo fondamentale, infine, ce l’ha proprio la musica, soprattutto quella prodotta dai ritmi vocali dei gruppi partecipanti al film e dai mash-up accattivanti proposti sia nel primo che in questo secondo film. Una vera e propria arte imparata dagli attori ed insegnata loro da grandi tutor proprio in occasione della pellicola. Cantare “a cappella” significa letteralmente smontare una canzone – il rullante, il tamburo, il pianoforte, il violino, qualunque cosa faccia parte di quella canzone – e riprodurlo con la bocca. Un performer a cappella è in grado di fare e replicare ogni suono. Il sound diventa quasi più completo di una canzone normale, perché i suoni che emette la bocca umana sono più vari di ciò che qualsiasi strumento tecnico è in grado di fare.

Una scena del film Pitch Perfect 2 - dal 28 maggio al cinema

Una storia di speranza in cui molti potrebbero rivedersi che si basa su un concetto semplice, quello di inseguire i propri sogni, sebbene questi possano deludere spesso. Un film divertente e ricco di emozioni, potenziato da un potere tutto al femminile, fatto di battute, situazioni imbarazzanti, ma anche di momenti solidali di un gruppetto di strambe cantanti.
Forse è proprio questa la chiave del successo di questo film, tutti a modo nostro possiamo sentirci dei perdenti e tutti possiamo ritrovarci nel trauma di un’avventura che finisce, ma che, se hai le persone giuste al tuo fianco, non finisce veramente con un diploma o una laurea.
Il film è consigliato a tutti coloro che amano la musica e le commedie pseudo adolescenziali con un pizzico di maturità e molte potenziali riflessioni su cui soffermarsi.

Comments

comments