Segreti e misteri in “La famiglia Fang”

Antonella Cabras –

Una pellicola originale e stravagante, distribuita dalla Adler Entertainment, con al centro una famiglia disfunzionale e fuori dagli schemi

LA FAMIGLIA FANG poster

La famiglia Fang” esplora i legami tra genitori e figli in una prospettiva diversa dal solito perché sta di fatto che i Fang non rappresentano certo il prototipo della famiglia media.
Il film è basato sull’acclamato romanzo best seller di Kevin Wilson (pubblicato nel 2011), adattato per il grande schermo dallo sceneggiatore Premio Oscar David LindsayAbaire, prodotto da Nicole Kidman e diretto da Jason Bateman. Nel cast figurano proprio la Kidman e Bateman, affiancati da due attori del calibro di Christopher Walken e Maryann Plunkett e insieme i quattro danno vita ai Fang. «Ho subito pensato che dal libro si sarebbe potuto ricavare un film fantastico», ricorda Kidman. «Lo stile di scrittura di Kevin è molto cinematografico, per cui è facile immaginarsi questa storia sul grande schermo».

Sebbene vivano ai lati opposti degli Stati Uniti, Annie e suo fratello Baxter conducono esistenze parallele e altamente problematiche. Annie è un’attrice, che, grazie ad alcuni exploit, di recente è apparsa più sui rotocalchi che sul grande schermo; Baxter, invece, è uno scrittore caduto in disgrazia, finito in ospedale con un trauma cranico mentre era alle prese con il suo ultimo improbabile lavoro da freelance. A causa di questo incidente, Annie e Baxter sono costretti a tornare a casa dai loro eccentrici genitori, Caleb e Camille Fang per un periodo di convalescenza e riconciliazione. Se Annie e Baxter sono così instabili è perché Caleb e Camille non sono certo genitori qualsiasi, e crescere nella famiglia dei Fang non li ha assolutamente preparati alla vita nel mondo reale.

FF_1.13.1

Partiamo da Caleb e Camille. Non sono genitori qualunque, bensì, sono famosi performer degli anni ’70, alquanto celebri nel mondo dell’arte, contemporanea che coinvolgono i loro figli nelle loro performance artistiche. C’è chi li ammira e li stima, ma c’è anche chi li deride perché i Fang basano il loro concetto di arte su degli scherzi: preparano delle scene, le mettono in atto e puntano a creare shock e a registrare le reazioni della gente comune.
Caleb è il cardine della storia: convincente nel suo approccio senza compromessi ad una vita all’insegna dell’arte per dell’arte. Stiamo parlando, dopotutto, di un uomo che si è sparato per dare vita ad una performance artistica. Doveva però essere anche diabolicamente carismatico per spiegare il suo ascendente sulla sua famiglia e sul pubblico. «Sognavo di poter avere Christopher Walken nella parte di Caleb Fang», racconta Bateman. «Non riuscivo a immaginarmi nessun altro in questo ruolo».

Il capofamiglia è diabolico, creativo e cinico, mentre Camille, pur appoggiandolo, è più sensibile e protettiva nei confronti dei figli. «Maryann possiede un’aura materna, la generosità di spirito di chi ama occuparsi degli altri: aspetti fondamentali della personalità del personaggio», spiega Kidman.

FF_1.12.1

Caleb e Camille sono genitori terribili, in quanto, ad esempio, chiamano i loro figli solo A e B e per loro rappresentano in primis i protagonisti delle loro creazioni artistiche, ecco perché Annie e Baxter, una volta cresciuti, hanno deciso di allontanarsi dai loro genitori, pur sentendo ancora molto forte la loro influenza.

FF_1.1.1Sono ormai adulti, ma le pazzie dei genitori non possono non aver influito in parte sulle loro scelte artistiche e personali. Insomma, il fardello di Caleb e Camille è molto pesante da portare e i due fratelli Fang non sanno come scrollarselo totalmente di dosso.
Forse ci riusciranno lungo il film poiché la vicenda è più intricata di quello che sembra. I due genitori, infatti, paiono scomparsi e i due fratelli si chiedono se questa sia la verità o un’ennesima performance.

La pellicola gioca molto sull’ambiguità della situazione che si crea e segue il punto di vista di Annie e Baxter: come loro, lo spettatore non riesce a capire se quello che vede sia finzione o realtà, non riesce più a distinguere tra arte e verità. Ancora una volta, Caleb e Camille sono riusciti a legare i figli a loro o sono veramente in pericolo?

Comments

comments