The Legends: Sean Bean, un agente FBI a caccia di se stesso

Michele Li Noce-

Sul canale TNT, Sean Bean torna protagonista dopo Game of Thrones, in una serie tv spy drama con molta azione 

Legends_14013087269386

The Legends è una nuova serie TV prodotta tra gli altri da Howard Gordon, e scritta dallo stesso Gordon con Jeffrey Nachmanoff e Mark Bomback, incentrata sulle vicende dell’Agente Federale Martin Odumdella sezione “Deep Cover Operations” dell’Fbi, uno dei migliori agenti della sua divisione, impegnato con la sua squadra in attività sotto copertura, assumendo di volta in volta diverse identità.

Sean Bean presta il volto all'agente FBI Martin Odum.
Sean Bean presta il volto all’agente FBI Martin Odum.

Con il termine “Legends” si intende la falsa storia che viene costruita dal team FBI intorno all’agente sotto copertura per renderlo credibile a ogni livello (identità, famiglia, auto, indirizzi, carte di credito e persino storia medica). Ma ecco il colpo di scena, Odum, che ha sofferto in passato diversi disturbi della personalità, viene avvicinato da uno sconosciuto che gli confida un terribile segreto: lui non è chi pensa di essere. Inizia così un viaggio alla scoperta di se stesso, per comprendere se la vita che sta vivendo è solo il frutto di una macchinazione o se quella sia la sua vera identità.

Trailer originale

La serie, ispirata al romanzo: “Legends: a novel of dissimulation” di Robert Littell, ha debuttato il 13 agosto sul canale americano TNT, con un buon successo di pubblico e uno discreto di critica. Protagonista assoluto nel ruolo dell’agente Odum è il bravissimo Sean Bean già visto in Troy, Percy Jackson, Il signore degli anelli, Equilibrium, 007 Goldeneye al cinema e Game of Thrones, e Missing in televisione.

Ali Larter (Crystal), Sean Bean (Odum) e Amber Valletta (Sonya).
Ali Larter (Crystal), Sean Bean (Odum) e Amber Valletta (Sonya).

La squadra di supporto è  comandata dalla carismatica Crystal McGuire (Ali Larter già protgonista in Heroes); l’attrice sembra adatta al ruolo di agente federale, bella ma dedita completamente al suo lavoro e in questi primi episodi, il collegamento con un’altra agente FBI come Olivia Dunham di Fringe, viene quasi automatico. Tra i protagonisti anche Amber Valletta nel ruolo ben interpretato di Sonya Odum, la moglie di Martin e Morris Chestnut in quello di Tony Rice agente FBI che giocherà un ruolo importante nelle vicende della serie.

Morris-Chestnut-as-Tony-Rice-legends-tv-series-37430901-720-720

Sean Bean con la sua bravura da consumato attore, si rivela una scelta azzeccata per dare volto a un uomo consumato dal dramma interiore di non poter avere una sua vita, ma costretto a vivere quella degli altri fin quasi a perdersi in essa, tanto da dover rinunciare a una famiglia e a un figlio che ama e al quale cerca di dedicare tutte le attenzioni che il suo lavoro gli concede.

La regia si dimostra molto scarna ed essenziale, accompagnando le vicende senza mai eccellere per qualità o per particolari sperimentazioni ma lasciando nel complesso una buona impressione, tuttavia si distingue in positivo il primo episodio, diretto da David Semel, regista di serie TV consumato ed esperto, ricordiamo tra le tante Dawson Creek, Ally McBeal e American Horror Story.

maxresdefault (7)

La critica americana non ha accolto Legends in modo entusiasta, anzi, l’accusa principale è la mancanza di originalità e la troppa dipendenza dal protagonista dell’impianto narrativo, oltre a una certa lentezza. Noi riteniamo che The Legends  abbia una buona storia e che sia interpretata da un buon cast ma che fin’ora non abbia avuto picchi emozionali tali da far gridare al capolavoro.  Il problema forse è proprio la mancanza di suspense, poiché malgrado l’impianto Thriller dei singoli episodi e i Cliffhangers  più che dignitosi, non fa mai saltare lo spettatore sulla poltrona.

Aspettiamo il proseguimento delle vicende del team FBI, per dare un giudizio definitivo sulla serie e intanto la consigliamo agli amanti degli spy drama, che sicuramente avranno modo di apprezzarne i contenuti.

Comments

comments