The People Are The City in mostra a Torino

Redazione –

La personale di Yasmine Dainelli in mostra dal 18 febbraio al 26 marzo 2016 alla Burning Giraffe Art Gallery

Yasmine Dainelli, Shoreditch.London, Ligth Box, collograph and mixmedia on plexiglass, 60x50 cm, 2015
Yasmine Dainelli, Shoreditch.London, Ligth Box, collograph and mixmedia on plexiglass, 60×50 cm, 2015

A partire da giovedì 18 febbraio 2016, lo spazio espositivo torinese Burning Giraffe Art Gallery di Via Eusebio Bava 8/a, ospita la mostra The People Are The City, personale della giovane artista Yasmine Dainelli (Livorno, 1987, vive e lavora a Londra), composta da quindici incisioni, in cui gli scorci paesaggistici urbani ritratti si amalgamano al marasma di persone che affollano le strade, fino a giungere all’identificazione, per sovrapposizione, della città con i suoi abitanti.

Yasmine Dainelli, Lisboa, Collograph, drypoint, digitalprint, Gumprint, 80x70, 2015
Yasmine Dainelli, Lisboa, Collograph, drypoint, digitalprint, Gumprint, 80×70, 2015

Questo affascinante risultato nasce dall’impiego, da parte dell’artista, di stratificazioni di tecniche diverse. Gli scorci urbani sono realizzati dal vivo, intervenendo a puntasecca su di una pasta acrilica applicata su di una lastra di plexiglas trasparente. A essi viene poi sovrapposta una fotografia di un affollamento di passanti stampata in risografia su di una delicatissima carta di riso.

Yasmine Dainelli_Lightboxes
Lightboxes

Se, nelle stampe delle incisioni, le due principali tecniche si amalgamo dando vita a una perfetta identificazione tra  luoghi e persone, nelle due lightbox presenti in mostra, composte dalle matrici su plexiglas e dalle stampe risografiche originali illuminate da una griglia di luci a led, se ne può apprezzare appieno l’elevatissimo livello tecnico e lo straordinario gusto pittorico.

Lisboa.Interdente (1)The People Are the City è un’esclamazione autoreferenziale pronunciata dai cittadini in risposta a una domanda rivolta loro dal tribuno della plebe Sicinio, nella prima scena del terzo atto della tragedia shakespeariana Coriolano. “Cos’è la città, se non il popolo?”, esorta il retore Sicinio.

Fuor di retorica, la mostra di Yasmine Dainelli risponde tracciando una mappatura della Città, intesa come dimensione esistenziale dell’individuo contemporaneo, attraverso i suoi luoghi. In un susseguirsi di istantanee urbane, la Città e i suoi abitanti si amalgamano l’una negli altri fino a coincidere, dando vita a un unico ritratto multi-sfaccettato. La verità della Città sono le persone che la abitano e la verità degli abitanti è la Città.

Comments

comments