Top Gear Live, lo show della BBC arriva a Torino

Federica Spagone, Michele Li Noce –

Lo spettacolo ispirato all’omonimo programma della BBC arriva al Palaolimpico per il grande debutto italiano

live

Con all’attivo più di 300 spettacoli e oltre due milioni di spettatori, Top Gear Live è il più grande live show automobilistico al mondo e il 5 e 6 luglio il Palaolimpico di Torino, con ben 3 appuntamenti, ospiterà le sue uniche date italiane.
Il live tour del famoso programma televisivo della BBC ha già fatto il giro del mondo registrando il sold-out in ben quattro continenti e regalando grandi emozioni con 80 minuti ininterrotti di spettacolo. Mattatori nell’arena i leggendari presentatori del programma Jeremy Clarkson, James May, Richard Hammond e l’immancabile e misterioso The Stig, per uno show davvero eccezionale che vedrà un susseguirsi di acrobazie, con macchine in fiamme, test drive, effetti pirotecnici e sequenze spaziali con le più costose, modificate e potenti macchine al mondo.

pioggia di fuoco
Top Gear Live è tutto questo ma anche di più: potrete godervi fide improbabili a bordo di vetture piccolissime, corse d’auto in fiamme guidate dal coraggioso Top Gear Live Stunt Team, gare tra bighe trainate da motorini al posto di cavalli e una vera e propria partita calcistico-automobilistica Italia VS Inghilterra, dove quest’ultima cercherà la rivincita dopo la prima sconfitta ai Mondiali. Anche in questa versione live i tre presentatori non risparmieranno al pubblico il loro tagliente humor inglese e addirittura irromperanno nell’arena su una versione motorizzata del famoso set di Top Gear.

il palco speciale

Ma che cos’è Top Gear?
Il programma tv nasce originariamente nel 1977 per la BBC Birmingham da un’idea di Jeremy Clarkson, andando in onda senza variazioni fino al 2001. Questo show di mezz’ora aveva poco a che vedere con il format attuale e solo quando approdò alla BBC two nel 2002 gli vennero apportati i profondi cambiamenti che lo resero il programma scanzonato e irriverente che tutti conosciamo. Anche il cast subì delle aggiunte e allo storico presentatore Clarkson vennero affiancati due nuovi conduttori, James May (dalla seconda stagione) e Richard Hammond. Questa nuova formula si è rivelata esplosiva, garantendogli la vittoria di premi come Emmy Award e BAFTA.
Lo show, che vanta una stima di 350 milioni di spettatori in tutto il globo, ha una struttura ben delineata:
Si comincia quasi sempre con un servizio dedicato ai test drive, in genere sulla pista consueta di Top Gear a Dunsford (Regno Unito). Qui vengono testate auto al top come Lamborghini, Ferrari, Lotus, McLaren Mercedes, BMW, ma a volte si testano anche macchine utilitarie con risultati alquanto divertenti. Seguono i servizi fatti dai 3 presentatori che recensiscono auto di ogni tipo in realtà quotidiane, il tutto condito dallo humor dissacrante e tipicamente made in English dei presentatori.

the stigQuindi entra in campo The Stig, il misterioso collaudatore della trasmissione, su cui Clarkson favoleggia miti e leggende. Benché si siano associati diversi nomi al pilota misterioso, non si è ancora assolutamente certi al 100% che sia sempre lo stesso. Il nome più sicuro è quello di Ben Collins, ma si vocifera che ad alternarsi sotto quel casco ci siano stati, per puro divertimento Damon Hill, Jenson Button e Lewis Hamilton.
Spassosissimi anche i siparietti con ospiti famosi impegnati a sfidarsi su auto a buon mercato. Mitico il ricordo della coppia Cameron Diaz e Tom Cruise sulla pista di Dunsford a bordo della Kia Cee’d.

Partendo da questi presupposti e aggiungendo un’arena gremita di spettatori, Top Gear Live ha tutte le carte in regola per rimanere nella storia come uno dei più spettacolari live show automobilistici di sempre.

 

Comments

comments