Torino incontra Berlino, due città a confronto

Giulia Porzionato –

Il 2015 parte con un nuovo gemellaggio culturale, caratterizzato da eventi e manifestazioni che accompagneranno i torinesi per tutto l’anno

Torino incontra Berlino

Il 2015 si apre all’insegna di una serie di nuovi incontri per la città di Torino. Infatti, dopo il successo di “Torino incontra la Francia” datato 2013, con il 2015 inizia “Torino incontra Berlino”, una manifestazione che presenterà una serie d’incontri per far convergere e confrontare le due culture.
Ad accomunare queste due città apparentemente così diverse, c’è la capacità di dinamismo e trasformazione. Una rigenerazione culturale è ciò che infatti hanno affrontato entrambe: Berlino a seguito della ricostruzione postbellica, Torino per affrontare la crisi industriale. Ed è proprio il dinamismo ad aver fatto sì che la capitale tedesca sia stata scelta per la rassegna.
Il programma inoltre ritaglia un posto per sé all’interno dell’EXPO.  Il programma, suddiviso in sezioni, prevede un vasto ventaglio di eventi, convegni e approfondimenti che spaziano dalla musica, al cinema, dall’arte, allo spettacolo dal vivo, dalla scienza,  alla filosofia e dalla lingua alla letteratura.
L’anteprima della rassegna ha avuto luogo il 9 novembre 2014 al Teatro Regio di Torino, in occasione del 25° anniversario della caduta del Muro di Berlino mentre il 10 e l’11 gennaio la città ha ospitato il progetto”Le Pietre d’inciampo” (Stolpersteine), un monumento diffuso e partecipato ideato e realizzato dall’artista tedesco Gunter Demnig, per ricordare le singole vittime della deportazione nazista e fascista.
To- BerlinoSi parte con l’arte, poiché alcune mostre inaugurate nel 2014 saranno ancora visibili in questa prima parte dell’anno, come quella dedicata a David Ostrowski ospitata dalla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (fino al 1 febbraio). Inoltre, per tutto il 2015 rimarranno installate due Luci d’Artista in omaggio a Berlino, “My noon” di Toboias Rehberg in Piazza Palazzo di Città e “Piccoli spiriti” blu di Rebecca Horn al Monte dei Cappuccini.

Il Museo Nazionale del Cinema di Torino si è invece occupato di stilare il calendario di proiezioni che spaziano attraverso tutta la storia del cinema. Dal 4 al 31 marzo si terrà “Così lontano, così vicino. Il nuovo cinema tedesco di ieri e di oggi”, rassegna che confronta il cinema tedesco attuale con quello della Junger Deutscher Film. In piazza San Carlo 206 si terrà invece il Film Forum al Goethe Institut Turin, con proiezioni in lingua originale sottotitolate.
Proprio il Goethe ospiterà anche alcuni degli eventi dedicati alla Lingua e letteratura tedesca, con un gruppo di lettura creato dall’attrice e germanista Eloisa Perone, che attraverserà la letteratura della Germania, in un percorso che vede presenti Kafka, Goethe, Sebald, tra classici e modernità.
Alcuni degli spettacoli teatrali della rassegna sono “Woyzeck” di Buchner, opera incompiuta, e il 1° marzo si potrà assistere alla prima assoluta di “Prawie-Raj/Quasi Pradis” per la regia di Robert Talarczyk.

La sezione Musica è invece all’insegna della classica: Si inizia il 27 gennaio all’Auditorium Giovanni Agnelli del Lingotto, con la Mahler Chamber Orchestra che si esibirà nelle Nove Sinfonie di Beethoven – I concerto. Il 2 febbraio, la Filarmonica del Teatro Regio di Torino, eseguirà Beethoven e Mendhellson mentre il 15 febbraio seguiranno Tchajkovskij e Rachmaninov ad opera della Gewandhausorchester Leipzig. Non manca ovviamente Mozart, alla Villa della Tesoriera il 19 febbraio, a cura dell’Associazione Mozart Italia sezione Torino.

L’Accademia delle Scienze inoltre, vedrà una serie di incontri, uno al mese, sui grandi nomi della cultura scientifica tedesca, con il progetto “Giovedì scienza: geni si nasce?”.
Ultimi ma non per importanza, sono da citare gli appuntamenti che vedono protagonista la Filosofia: alla Biblioteca Civica Alberto Geisser il pubblico potrà avvicinarsi ai grandi pensatori e filosofi tedeschi. Alcuni tra gli incontri previsti sono quelli su Hegel (18 febbraio), Kant (21 febbraio) e Marx (18 marzo). Dal 3 marzo, inoltre, al Circolo dei Lettori inizierà il ciclo di appuntamenti “Berlino negli occhi dei filosofi”, un viaggio nella filosofia di dieci pensatori tedeschi messi a confronto.

Un ricco calendario che ogni tre mesi verrà aggiornato con nuove iniziative e che già ora si preannuncia come un grande successo. 

Comments

comments