Una ragazza con un potere straordinario in “Jupiter – Il destino dell’Universo”

Antonella Cabras – Foto 2015 Warner Bros. Ent.Inc

È possibile che in un’ingenua domestica risieda la chiave per salvare il mondo? Scopritelo al cinema nella nuova pellicola distribuita dalla Warner Bros 

Loc_SAC+Data_Jupiter_72dpiAvevamo lasciato i fratelli Wachowski alle prese con il mondo e i viaggi nel tempo di “Cloud Atlas”, film del 2012 che vedeva come protagonisti moltissimi attori ben noti al pubblico (Tom Hanks, Halle Berry, Hugh Grant, Susan Sarandon per citarne alcuni) e ora finalmente sono tornati con un’altra pellicola di fantascienza, genere che contraddistingue la loro produzione: “Jupiter Ascending“. Il soggetto è interamente ad opera dei due registi, che con questa nuova pellicola, si cimentano per la prima volta con il 3D.

La storia vede al centro Jupiter Jones, una giovane donna destinata fin dalla nascita a cambiare le sorti dell’universo. Una volta cresciuta, però, sarà costretta ad abbandonare i suoi sogni e ad affrontare la dura realtà di un lavoro come domestica e una serie infinita di fallimenti sentimentali.

KJ2A8391.dngSolo quando Caine, un ex militare geneticamente potenziato, giunge sulla Terra per rintracciarla, Jupiter scopre di essere stata prescelta per ricevere una straordinaria eredità genetica che potrebbe rovesciare per sempre l’equilibrio del cosmo. Il futuro magnifico a cui Jupiter è destinata sembra finalmente cominciare a compiersi.

JA-FP-0005Mila Kunis interpreta Jupiter, giovane che non riesce a percepire appieno le sue incredibili potenzialità; è completamente ignara di essere una minaccia per il più potente casato galattico dell’universo. La Kunis descrive il suo personaggio come “una ragazza triste e insoddisfatta della sua vita, senza grandi aspirazioni. Questo finché arriva Caine e allora tutto cambia“.

JA-FP-0003Channing Tatum, che ricordiamo in “Magic Mike”, è Caine Wise, arrivato sulla Terra per rintracciare Jupiter. E’ grazie a lui che la ragazza comincia a intravedere il destino in serbo per lei: chiave in grado di alterare l’equilibrio del cosmo. Caine è stato creato in laboratorio e ha metà DNA umano e metà da lupo. La sua principale caratteristica consiste nell’avere uno smisurato olfatto che gli consente di rintracciare un gene in tutto l’Universo.

JUPITER ASCENDINGSicuramente da nominare Eddie Redmayne, nei panni del cattivo Balem Abrasax, a capo delle Abrasax Industries, una delle tanti potenti dinastie aliene che dominano gran parte dei pianeti abitabili che inseminano. Possiamo apprezzare Redmayne in un nuovo ruolo dopo averlo recentemente visto nei panni di Stephen Hawking in “La teoria del tutto“.

JUPITER ASCENDINGDopo la morte della matriarca, Balem (che forgia alleanze in cambio di un siero per ringiovanire), inizia una guerra dinastica contro i due fratelli Titus Abrasax (Douglas Booth) e Kalique Abrasax (Tuppence Middleton) e cercherà anche di uccidere Jupiter per un vecchio rancore.

JUPITER ASCENDINGNel cast anche Sean Bean, attore ormai celebre, ( ricordiamo la sua partecipazione al “Signore degli anellie come protagonista nelle serie tv “Game of ThroneseThe Legend“), interpreta Stinger Apini, una sorta di Han Solo, come afferma lo stesso attore nel descrivere il suo personaggio. Stinger ha del DNA di ape nel suo organismo, il che gli consente di avere delle particolari capacità: ali, velocità e una vista acuta. Come Caine, anche lui è stato un militare, ma ora vive una normale vita insieme a sua figlia. Il suo ruolo però sarà molto più ampio e Stinger avrà modo di intervenire nella vita di Jupiter.

_U7A7509.dngNel cast compare anche il regista Terry Gilliam, in un piccolo ma significativo ruolo: la scena è un omaggio al suo celebre “Brazil”.

JUPITER ASCENDINGIl film richiama lo stile della fantascienza anni ’80 e strizza continuamente l’occhio al mondo del fumetto. Non a caso i fratelli Wachowski hanno lavorato in una fumetteria e sono grandi conoscitori delle graphic novel.

JUPITER ASCENDINGI registi, come sempre, hanno dato molta importanza all’estetica, curando i dettagli degli abiti e delle strutture architettoniche, mischiando passato, presente e futuro. Vi sono infatti alte colonne di pietra con uno sfondo fatto di edifici industriali moderni. “Amiamo la fantascienza”, affermano, “ma capiamo che ciò potrebbe significare una sorta di monoestetica, dove tutti gli edifici si somigliano. Ciò non esiste nel mondo reale. Eravamo interessanti al contrapporre vari stili. Così nel film può capitare di vedere il Guggenheim accanto all’antica Babilonia”.

JUPITER ASCENDINGIn “Cloud Atlas” i fratelli Wachowski avevano sovvertito le leggi della narrazione tramite un racconto assolutamente non lineare e si può dire che lo stesso facciano con il nuovo film, anche se il soggetto è diverso. La pellicola è infatti una sorta di favola che vede nascere una storia d’amore abbellita da uno contorno super tecnologico.

JUPITER ASCENDINGNel descrivere l’elite immortale degli Abrasax che inseminano altri popoli pur di rimanere immortali, si può cogliere un’allusione al capitalismo. Nell’universo alternativo proposto, vi è un continuo sfruttamento degli elementi più deboli e propri i tre fratelli antagonisti vivono a discapito di intere stirpi di umani. Queste dinamiche potrebbero rimandare anche a un altro celebre film dei registi, “Matrix”, nel quale un sistema di potenti tiene gli umani inattivi dentro grandi incubatrici. Insomma i temi cari ai registi si ripropongono prepotenti ma con una chiave, forse, più spensierata. Niente sequel, remake o trasposizioni in questo Jupiter, ma una storia originale popolata da creature fantastiche e ambientata in un Universo esotico dove tecnologia e magia si fondono, che sicuramente riuscirà a conquistare gli amanti del genere.

Comments

comments