Un’antieroina forte e cinica in Lady Macbeth

Antonella Cabras –

Dal 15 giugno Teodora Film porta sugli schermi italiani una versione insolita di uno dei personaggi letterari più celebri del mondo: MacBeth

PosterWilliam Oldroyd è un affermato regista teatrale che debutta con una pellicola cinematografica per raccontare una donna complessa e affascinante in Lady MacBeth.
Ovviamente il primo richiamo è a Shakespeare, ma in realtà il film si ispira al romanzo breve di Nikolaj Leskov “Lady Macbeth del Distretto di Mcensk“, che Šostakovič nel 1934 trasformò in una celebre opera.

Lady Macbeth 01Il film è stato enormemente acclamato all’ultimo Torino Film Festival e osannato dalla critica di tutto il mondo, quindi gli spettatori italiani si preparino ad un’opera di alto livello.

Nell’Inghilterra del 1865 la diciassettenne Katherine è costretta a un matrimonio senza amore con un uomo più grande. Soffocata dalle rigide norme sociali dell’epoca, inizia una relazione clandestina con un giovane stalliere alle dipendenze del marito, ma l’ossessione amorosa la spingerà in una spirale di violenza dalle conseguenze sconvolgenti.

Lady Macbeth 08
Nella letteratura di quel tempo”, afferma Oldroyd, “donne come Katherine di solito soffrono in silenzio, nascondono i loro sentimenti o si tolgono la vita. Ma in questa vicenda abbiamo una giovane protagonista che combatte per la sua indipendenza e decide il proprio destino, anche attraverso la violenza”.
Lady Macbeth 09
La giovane protagonista è interpretata dall’intensa Florence Pugh ed è una ragazza alla quale si richiede obbedienza nei confronti del marito e delle regole imposte dalla società. Katherine però non vuole stare al gioco della borghesia benpensante e sfida tutte le convenzioni con freddezza e cinismo. Secondo Pugh, è proprio l’inattesa trasformazione della protagonista ad averla attratta del copione: “Vediamo una ragazza innocente”, afferma, “diventare qualcuno capace di compiere delle azioni mostruose e anche se sappiamo che sta sbagliando, comunque facciamo il tifo per lei e speriamo che riesca nella sua impresa”.

Questa pellicola è un’opera raffinata, teatrale se vogliamo, ma niente affatto lontana dai gusti delle masse. Non è un prodotto difficile da vedere e comprendere, anzi, lo spettatore verrà assorbito dalla vicenda e si troverà a fare i conti con una donna molto forte e determinata.

Comments

comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *