Viaggio nell’inferno di Glenn Cooper alla scoperta dei suoi “Dannati”

Paola Boni –

Finalmente in libreria il nuovo libro dell’amatissimo scrittore, che ha visitato ben 5 città italiane per incontrare i fans e presentare la sua ultima fatica

Cooper_Dannati

Fin dal suo debutto con “La Biblioteca dei Morti“, lo scrittore americano Glenn Cooper ha catturato l’immaginario di migliaia di lettori e il suo successo non ha fatto che aumentare nel nostro paese fino a superare i due milioni di copie vendute.

In occasione dell’uscita del suo nuovo romanzo “Dannati”, tutti i suoi fan hanno avuto l’occasione di incontrare l’autore in uno speciale tour italiano conclusosi, lunedì 29 Settembre, che ha coinvolto le città di Milano, Firenze, Roma, Napoli e Lecce.

Anche noi abbiamo preso parte all’incontro Milanese tenutosi nella libreria Mondadori Multicenter di Piazza Duomo, dove Cooper ha presentato il suo ultimo lavoro in anteprima mondiale. Edito dalla casa editrice Nord e uscito in libreria proprio il 25 Settembre, giorno stesso dell’inizio del tour, il libro rappresenta una discesa in una particolare rivisitazione dell’inferno in parte ispirata al mito classico di Orfeo ed Euridice.

Dalla quarta di copertina:
Lo chiamano Oltre. Alcuni sono appena arrivati in quel mondo così simile al nostro eppure così diverso. Altri invece sono lì da secoli e sono ormai indifferenti alla perenne coltre di nubi che nasconde il sole e all’atmosfera cupa che li circonda. Ma ognuno di loro condivide lo stesso destino: dopo essere morti, sono stati condannati per l’eternità. Sia che abbiano scritto a caratteri di fuoco il loro nome nel grande libro della Storia – tiranni sanguinari, sovrani spietati, criminali di guerra – sia che nel corso della loro oscura esistenza si siano macchiati di colpe incancellabili, adesso sono tutti relegati in quel luogo maledetto. Tutti, tranne John Camp. Lui è «vivo», ed è lì per sua scelta. Perché ha giurato di salvare la donna che ama. Durante un audace esperimento di fisica delle particelle, la dottoressa Emily Loughty è scomparsa nel nulla e, quando si è deciso di ripetere il procedimento per capire cosa fosse successo, John si è posizionato nel punto esatto in cui lei era sparita e… in un attimo è stato catapultato all’Inferno. E ora deve affrontare un mondo sconosciuto e ostile per ritrovare Emily e riportarla indietro. Ma il tempo a sua disposizione è poco, e tutti e due rischiano di rimanere per sempre prigionieri nella terra dei Dannati…

Dannati è sicuramente un romanzo ambizioso, che si distacca molto dalle precedenti opere di Cooper e che spicca soprattutto per l’ambientazione tetra e crudele dell’inferno, che l’autore rielabora in maniera molto personale, distaccandosi dalla classica visione Dantesca.

Gentile concessione Ufficio Stampa ©Louis Fabian Bachrach
Gentile concessione Ufficio Stampa ©Louis Fabian Bachrach

L’autore ha parlato molto, durante l’incontro, della realtà da lui creata dandone un affresco di fortissimo impatto. L’Oltre infatti è un mondo simile al nostro sebbene con elementi e nomi geografici piuttosto diversi, un mondo con delle regole precise attorno alle quali Cooper ha sviluppato l’intera storia di Jhon Camp e della sua amata Emily.

In questo “non luogo”, come già accennato, vivono i peggiori criminali e assassini della storia, personaggi storici conosciuti come Enrico VIII o Federico Barbarossa, ma anche criminali sconosciuti, tutti accomunati dalle azioni violente commesse in vita. Questi dannati si muovono in una realtà medievale (al cui interno si possono trovare però anche elementi di moderna tecnologia in prevalenza bellica), sempre coerente con le capacità delle anime che la abitano; una realtà in cui i dannati sono pronti a tutto pur di rendere meno atroce la loro permanenza all’inferno.

Degno di nota è il fatto che in questa realtà vi siano molte poche donne perchè, a detta dell’autore, sono meno inclini per natura a commettere crimini violenti come l’omicidio. Proprio per questo però le donne nell’inferno di Cooper sono viste prevalentemente come proprietà da contendersi, cosa non certo positiva per la dottoressa Emily Loughty.

Durante la presentazione è stato fatto inoltre il paragone (in parte confermato dall’autore stesso), con romanzi come la serie de “Il Trono di Spade” per il modo in cui Cooper non si fa remore a eliminare personaggi anche importanti; il che lascia intuire che il lieto fine nel romanzo non è poi così scontato.

In quest’occasione lo scrittore non ha presentato solo il suo nuovo lavoro, un applauso scrosciante é infatti partito dal pubblico, quando ha dichiarato di aver recentemente firmato un contratto per la realizzazione di una serie televisiva ispirata alla Biblioteca dei Morti, notizia sicuramente attesa da molti, sulla quale però l’autore non si è sbilanciato più di tanto.

Il Tour di Cooper si è rivelato essere quindi davvero ricco di curiosità e sorprese e ha messo soprattutto in evidenza la gentilezza e la simpatia di un autore capace di scherzare su se stesso e i suoi libri. Durante la sessione di firma delle copie ha chiacchierato e riso con ogni singolo lettore facendosi poi fotografare con ognuno di loro da un fotografo chiamato appositamente dall’organizzazione, dimostrando, ancora una volta, come gli autori campioni di incassi siano estremamente disponibili con il pubblico.

Tutte le foto sono state poi pubblicate sulla sua pagina Facebook Italiana.

Una serie di eventi molto speciali per un libro che si prospetta davvero unico, consigliato a chi ama le storie complesse e coraggiose, narrate con stile fluido e accattivante.

Comments

comments

One Comment