Inaugurata la Nuova Galleria Sabauda a Torino, ora il Polo Reale è completo

Federica Spagone – Foto Toni Spagone / Realy Easy Star 

Tante immagini dall’inaugurazione del 4 dicembre della Nuova Galleria Sabauda  

Le opere della Galleria Sabauda, completamento del Polo Reale ©Toni Spagone / Realy Easy Star
Le opere della Galleria Sabauda, completamento del Polo Reale ©Toni Spagone / Realy Easy Star

E’ stata inaugurata ieri a Torino la Nuova Galleria Sabauda nella Manica Nuova di Palazzo Reale (progettata da Emilio Stramucci sul finire dell’ottocento), regalando nuovamente alla sede l’originario splendore che la caratterizzava nel periodo sabaudo. Questo trasferimento realizza così la configurazione finale del Sistema dei Musei Reali andando a completare il Polo Reale. Tale Polo è volto a connettere gli edifici della corte sabauda e i musei di Torino (in consegna al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo) e trova il proprio fulcro nel Palazzo Reale da cui si diramano, oltre alla Galleria, l’Armeria Reale, la Biblioteca Reale, il Museo di Antichità e il Palazzo Chiablese oggi sede di mostre.
La Galleria è da considerarsi una delle più importanti pinacoteche d’Italia con oltre 180 anni di storia e più di 500 opere esposte di autori italiani ed europei: tra i capolavori si possono ammirare le opere di Tiepolo, del Guercino, Rubens, Mantegna, Gentileschi e Van Dyck.

Collezione Gualino conservata all'interno della Galleria Sabauda, completamento del Polo Reale ©Toni Spagone / Realy Easy Star
Collezione Gualino conservata all’interno della Galleria Sabauda, completamento del Polo Reale ©Toni Spagone / Realy Easy Star

Distribuita su quattro piani in circa 8000 mq, la Galleria si compone di un percorso cronologico nei primi tre, in cui le opere del Piemonte dialogano con altre realizzate nel resto della Penisola e dell’intero continente. L’ultimo piano, nello spettacolare sottotetto, è riservato, invece, alla collezione di Riccardo Gualino.
Presenti alla conferenza stampa, il Direttore per i Beni Culturali e paesaggistici del Piemonte Mario TurettaEdith Gabrielli Soprintendente storico, artistico ed etnoantropologico del Piemonte, il Sindaco Piero Fassino, il Presidente della Compagnia di San Paolo Luca Remmert, Ettore Pietrabissa Direttore Generale ARCUS, l’Assessore Regionale alla Cultura Antonella Parigi, il Direttore della Galleria Sabauda Anna Maria Bava e gli architetti Albini, Castagna e Napoli.

Guarda la Gallery 

Comments

comments

One Comment